Bitcoin

IL TORO D’ORO PETER SCHIFF CHIAMA BITCOIN LA „PIÙ GRANDE“ BOLLA CHE ABBIA MAI VISTO

  • Bitcoin ha subito un forte rally da quando la criptovaluta è quasi precipitata a 0 dollari a marzo.
  • Anche in questo caso, Peter Schiff ha sostenuto che il Bitcoin rimane una bolla.

BITCOIN POTREBBE ESSERE LA PIÙ GRANDE BOLLA DI SEMPRE, SOSTIENE SCHIFF

Bitcoin ha subito un forte rally da quando la criptovaluta è quasi precipitata a 0 dollari a marzo. La crittovaluta attualmente viene scambiata per 13.300 dollari, molto al di sopra dei minimi di marzo di 3.500 dollari.

Per tutta la durata di questo rally, il toro d’oro Peter Schiff ha sostenuto che il Bitcoin rimane una bolla.

Lo ha chiarito molto bene il 28 ottobre. Il gestore del fondo e investitore libertario ha fatto il seguente commento ieri, dicendo che il Bitcoin è probabilmente la bolla più grande che abbia mai visto:

„Se si misura la dimensione delle bolle di asset in base al livello di convinzione che gli acquirenti hanno nel loro commercio, la bolla #Bitcoin è la più grande che abbia mai visto. Gli hodlers di Bitcoin sono più sicuri di avere ragione e sicuri di non poter perdere di quanto lo fossero gli acquirenti di dotcom o di case durante quelle bolle“.

Schiff paragona la Bitcoin alla Dotcom Boom and Bust e alla Housing Bubble degli anni 2000 in questo messaggio. Entrambe queste bolle hanno segnato alcuni dei mercati più euforici che siano mai stati nella storia dell’umanità.

Non è la prima volta che Schiff ha messo in dubbio la continua ascesa della Bitcoin. Ha detto all’inizio del mese:

„Bitcoin ha avuto un picco del 4% sulla notizia che Square ha investito 50 milioni di dollari (l’1% del totale delle attività) in #BTC. Ma quell’acquisto è già avvenuto. Gli speculatori scommettono che l’annuncio attirerà nuovi acquirenti. La vera notizia è che l’acquisto di Square non è riuscito a spingere BTC oltre il suo massimo del 2019“.

NUMERO DECRESCENTE DI SCETTICI

Schiff fa parte di un pool di un numero decrescente di scettici della BTC.

Michael J. Saylor, CEO di MicroStrategy, è stato un forte critico di Bitcoin Rush molti anni fa. Uno dei suoi tweet è riemerso di recente, dove è stato condiviso, colpendo la risorsa.

Ora, è probabilmente uno dei suoi più grandi sostenitori. Ha spinto la sua azienda ad acquisire una grossa somma di Bitcoin, 425 milioni di dollari, che ora vale circa 500 milioni di dollari. Egli stesso possiede anche centinaia di milioni di dollari di Bitcoin, definendolo uno dei migliori investimenti che abbia mai visto.

„Questo investimento riflette la nostra convinzione che BTC, in quanto la valuta crittografica più ampiamente adottata al mondo, sia un’affidabile riserva di valore e un’interessante attività d’investimento con un potenziale di apprezzamento a lungo termine più elevato rispetto al denaro contante“. Fin dalla sua nascita, oltre un decennio fa, BTC è emersa come un’aggiunta significativa al sistema finanziario globale, con caratteristiche utili sia per i privati che per le istituzioni. MicroStrategy ha riconosciuto BTC come un asset d’investimento legittimo che può essere superiore alla liquidità e di conseguenza ha fatto di Bitcoin la principale partecipazione nella sua strategia di riserva di tesoreria“.

Anche investitori come Raoul Pal, CEO di Real Vision e veterano di fondi hedge, e il miliardario di Wall Street Paul Tudor Jones, investitore miliardario di Wall Street, sono tori Bitcoin.